WordOfSouth – Rotolando verso sud

Ma cos’è ‪#‎WordOfSouth‬? Che cosa ci portiamo a casa dalla ‪#‎RoadOfSun‬ che non conoscevamo?

Ieri sera nel tornare da Napoli a Benevento abbiamo avuto modo di parlarne ed ora questo tempo sembra fatto apposta per farci fissare qualche pensiero.

Tutti sapevamo che al sud si mangia e si beve bene, ma non conoscevamo ad esempio lo struppolo. Amalfi e Sorrento sono bellissime, ma quanti avevano visto la piccolissima spiaggia di Erchie raggiungibile solo via mare?

#WordOfSouth sono le persone che vivono il posto e hanno voglia di regalarti la miglior esperienza di viaggio che tu possa immaginare.

È il contatto reale con le persone, i loro vissuti, il loro impegno quotidiano e soprattutto il desiderio di raccontarlo a te, viaggiatore, che trasforma anche una 3gg in un’esperienza che porterai sempre nel cuore.

Ed ora ripartiamo con Philippe , sarà un bagno di storia

Questo è un pensiero scritto al terzo giorno di viaggio, era mattina e di lì a poco ci saremmo diretti allo stabilimento Strega per immergerci in un universo di spezie e segreti tramandati di generazione in generazione. Tra mentastra e storia abbiamo proseguito il nostro viaggio.

Tutte le nostre tappe sono state raccontate nella pagina Facebook del progetto: WordOfSouth (consigliata se vuoi costruire il tuo viaggio seguendo alcune delle nostre suggestioni), qui invece il sito dedicato a noi e soprattutto a te che sia un viaggiatore alla scoperta di insoliti e affascinati itinerari del sud Italia. Rotolando verso Sud è il tour operator che ha reso possibile tutto questo, il vero valore aggiunto è il fatto di essere messi in contatto grazie a loro, con persone, storie e luoghi che altrimenti difficilmente scopriresti, perchè poco pubblicizzate o perchè custodite nella memoria di personaggi che vivono quei borghi e hanno storie autentiche da raccontarti, davvero, ad ogni angolo. Come ad esempio quando siamo stati ad Apice Vecchia, un paese fantasma, abbandonato dopo il sisma del 1980 e che verrà di nuovo reso accessibile tra luglio e agosto. Qui il tempo sembra proprio fermato, una sensazione difficile da descrivere ma di Apice Vecchia ricordo un silenzio assordante che ci ha accompagnato nell’intimità di case e vie attraverso i ricordi di persone che sembrano ancora abitare quelle case.

Silenzi #apicevecchia #ghostcity #sisma #1980 #wordofsouth #roadofsun

Una foto pubblicata da Anna Torcoletti (@annatorc) in data:

Lui invece è Vincenzo, un artigiano ceramista che ci ha accompagnato a Cerreto Sannita (ph: Bottega Le Fornaci)

A Cerreto gestisce un laboratorio polifunzionale che oltre a racchiudere la parte museale, molto bella con ceramiche risalenti al ‘700 e ‘800 (qui ho scoperto l’usanza del “vaso amatorio”), siamo andati a vedere il laboratorio, uno spazio ricavato dalla vecchia cripta della Chiesa di S. Antonio in cui si realizzano tutte le fasi di lavorazione: dalla forgiatura alla decorazione. Sopra il laboratorio ci sono le sale conferenza dove innovazione e storia convivono in armonia come a fondersi in un abbraccio. Vincenzo, promotore di numerosi eventi tra cui “Contaminarsi – l’argilla il contagio delle idee“: un esperimento solidale che richiama fotografi, designer e ceramisti da tutta Europa, è un vulcano di idee, conosce alla perfezione il territorio, le storie e le leggende tanto che con Phil ci siamo ripromessi di tornare. Inoltre questo è uno dei periodi migliori per scoprire angoli naturali, come questo:

Questo è solo un assaggino: stiamo creando un racconto per immagini nei luoghi più significativi del territorio cerretese, in ognuno un opera realizzata ad hoc. Ogni creazione sarà una sintesi di emozioni, di aneddoti, di energie; la chiave è la ceramica, nella continuità del tempo, pezzi di storie e di Storia che compongono altre storie e fanno altra Storia. Ne vedrete delle belle.

Ideazione Vincenzo Franco
Foto di Alina Balaniuk

Sono stati 4 giorni intesi e ho ancora molto da raccontarvi, per questo ho deciso di aprire una sezione dedicata per presentarvi ( e ringraziare) tutte le persone che ci hanno dedicato tempo e regalato sguardi che faranno sempre parte di me.

Pubblicherò delle brevi interviste per dare la possibilità a loro di raccontarsi e sono sicura che riusciranno ad affascinarti, con le loro storie, proprio come hanno fatto con Phil e me.

A presto

P.S. Grazie ad Enzo, titolare di Rotolando verso Sud, per aver reso possibile tutto questo e a Celeste per averci accompagnato il primo giorno, aprendo le danze con lo struppolo… Io ci penso ancora :)

0 Comments

Leave Your Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*